IUD al progesterone e contraccezione d’emergenza
26 Febbraio 2021
Nuove “Linee Guida” sulla vulvovaginite da candida
5 Marzo 2021

Vaginite

Tempo di lettura: < 1 minuto
CHE COS’ È UNA VAGINITE?
La vaginite è un’infiammazione della vagina. Si manifesta frequentemente con la presenza di secrezioni inconsuete. Quando queste diventano abbondanti, maleodoranti e associate a sintomi come bruciore, prurito e difficoltà nei rapporti sessuali, allora siamo sicuramente nell’ambito della patologia. Molti possono essere i microrganismi responsabili dell’infezione, tra questi l’E.Coli, la Candida e molti altri. Tuttavia spesso sono soprattutto un generale squilibrio dell’organismo, l’alterazione della microflora locale ed errate abitudini igieniche che facilitano l’insorgenza della vaginite.

Quindi all’origine dell’infiammazione della vagina possiamo senz’altro inserire il contributo di un’alimentazione povera di fattori protettivi come le vitamine e i sali minerali, la stitichezza cronica, l’impiego errato o eccessivo di antibiotici, l’uso di detergenti (specialmente se molto alcalini).

Anche la biancheria sintetica e gli indumenti troppo attillati possono irritare le mucose e contribuire alla formazione di un ambiente caldo-umido nella zona genitale, estremamente favorevole allo sviluppo di organismi patogeni. Vedere anche quanto suggerito alla voce candidosi.

Prima di iniziare da sole una qualsiasi terapia è necessario consultare il ginecologo che attraverso esami specifici (esami colturali, colposcopia) può scegliere la terapia più indicata in ogni situazione specifica.

ALIMENTI CONSIGLIATI
Aglio, cannella, carota, cavolo, crauti, germe di grano, mela, prezzemolo, rosmarino, salvia, timo, uva.

FITOTERAPIA
Calendula TM – 25 gocce due volte al giorno.
Calendula ovuli vaginali – inserire un ovulo prima di coricarsi.
Lavandula officinalis TM – 25 gocce due volte al giorno.
Quercus pedunculata 1DH Gemme – 40 gocce due volte al giorno.
Salvia officinalis TM – 25 gocce due volte al giorno.

Comments are closed.