Rimedi naturali

Disturbi intimi...

Vaginite

Reading Time: 2 minutes

L’infiammazione della vagina si manifesta innanzitutto con il carattere patologico delle secrezioni. Quando queste diventano abbondanti, maleodoranti e associate al bruciore, al prurito e magari una certa difficolta’ nei rapporti sessuali, allora siamo sicuramente nell’ambito della patologia. Molti possono essere i microrganismi responsabili dell’infezione, ma è soprattutto lo squilibrio generale dell’organismo che rende possibile la vaginite.

All’origine di questa condizione possiamo senz’altro considerare un’alimentazione povera di fattori protettivi come le vitamine e i sali minerali, la stitichezza cronica, l’impiego di antibiotici, l’uso di detergenti (specialmente se molto alcalini).

Anche la biancheria sintetica e gli indumenti troppo attillati possono irritare le mucose e contribuire alla formazione di un ambiente caldo-umido attorno al bacino, estremamente favorevole allo sviluppo di organismi patogeni. Vedere anche quanto suggerito alla voce candidosi.

ALIMENTI CONSIGLIATI Aglio, cannella, carota, cavolo, crauti, germe di grano, mela, prezzemolo, rosmarino, salvia, timo, uva.

FITOTERAPIA
Calendula TM – 25 gocce due volte al giorno.
Calendula ovuli vaginali – inserire un ovulo prima di coricarsi.
Lavandula officinalis TM – 25 gocce due volte al giorno.
Quercus pedunculata 1DH Gemme – 40 gocce due volte al giorno.
Salvia officinalis TM – 25 gocce due volte al giorno.

IDROTERAPIA
Bagno Genitale: aiuta a decongestionare la zona pelvica, favorisce l’espulsione delle scorie organiche attraverso la vagina e stimola energicamente tutto l’organismo. Anche perche’ la zona interessata da questo bagno è fittamente innervata.
Come fare: seduti sul bidè, dovrete strofinare delicatamente i genitali esterni con un asciugamano bagnato d’acqua fredda. L’applicazione deve essere molto leggera. L’asciugamano, dopo ogni passaggio sui genitali verrà rinfrescato nell’acqua corrente. La durata del bagno può andare dai 5 ai 15 minuti e va ripetuta 3 o più volte al giorno, in relazione alla gravità dei sintomi.
Bagno di Just: di applicazione estremamente semplice, questo bagno può benissimo sostituire quello genitale (che, seppure efficace, è indubbiamente un po’ lungo e noioso).
Come fare: in una vasca da bagno versate circa 8-10 cm di acqua fresca (è ottimale una temperatura di circa 15°C d’estate e un po’ più calda d’inverno).
Sedute nell’acqua per 3 minuti e per tutto questo tempo, con le mani bagnate, massaggiate vigorosamente le gambe, il basso ventre, il petto, le braccia e la schiena.
Trascorso il tempo stabilito e usciti dall’acqua, invece di asciugarvi potrete continuare con un massaggio vigoroso fino a che il corpo sia asciutto.
E’ possibile ripetere questa veloce applicazione più volte nella giornata.