Pianeta Uomo

I test per le malattie sessualmente trasmissibili

MST – Quali test fare?

Reading Time: 4 minutes

Le malattie a trasmissione sessuale sono comuni, ma il tipo di test necessario può variare a seconda dei fattori di rischio. Scoprite cosa è più consigliabile per voi.

Se sei sessualmente attivo, soprattutto con partner multipli, probabilmente avrai sentito molte volte i seguenti consigli: utilizza la protezione e assicurati di fare i test.
Questo è importante perché le persone possono avere una malattia sessualmente trasmissibile (MST) senza saperlo. In molti casi senza segni o sintomi evidenti.

Ma di quali test per le MST avete bisogno e quante volte si deve essere sottoposti a screening?

Le risposte dipendono dall’età, dai comportamenti sessuali e da altri fattori di rischio.

Se sei una donna, non dare per scontato di venire sottoposta ad un test per le MST ogni volta che fai un esame ginecologico o un Pap-test. Indipendentemente da sesso ed età, se pensi di aver bisogno di test per MST, richiedilo espressamente al tuo medico. Parlate con il medico delle vostre preoccupazioni e riferite in particolare le infezioni che pensate di poter aver contratto.

TEST SPECIFICI per le malattie a trasmissione sessuale (MST)
Ecco alcune linee guida per i “test MST” per specifiche malattie sessualmente trasmissibili.

CLAMIDIA E GONORREA
Devi fare lo screening annuale se:

  • Sei una ragazza o una donna sessualmente attiva di meno di 25 anni
  • Sei una donna di età superiore a 25 e a rischio di malattie sessualmente trasmissibili, per esempio se stai facendo sesso con un nuovo partner o più partner
  • Sei un uomo che ha rapporti sessuali con gli uomini

Lo screening per la clamidia e la gonorrea viene effettuato sia con un test delle urine che attraverso un tampone all’interno del pene negli uomini o della cervice nelle donne. Il campione viene poi analizzato in laboratorio. Lo screening è importante, perché se non si hanno segni o sintomi, si può non sapere che si hanno entrambe le infezioni.

HIV, SIFILIDE ED EPATITE
Il Center for Disease Control and Prevention di Atlanta (CDC) incoraggia il test HIV, almeno una volta, come parte di routine di cure mediche se sei un adolescente o un adulto di età compresa tra 13 e 64 anni. Il CDC raccomanda un test HIV annuale se sei ad alto rischio di infezione.
Richiedi il test per l’HIV, per la sifilide e l’epatite se:

  • Hai un test positivo per la gonorrea o la clamidia, che mette a maggior rischio di altre malattie sessualmente trasmissibili
  • Dal tuo ultimo test hai avuto più di un partner sessuale
  • Utilizzi farmaci per via endovenosa
  • Sei un uomo che ha rapporti sessuali con gli uomini

Il medico esegue il test per la sifilide prendendo o un campione di sangue o un tampone da eventuali lesioni genitali che potreste avere. Il campione viene esaminato in laboratorio. Un campione di sangue viene usato anche nei test per l’HIV e l’epatite.

HERPES GENITALE (HSV)
Nessun test di screening funziona per l’herpes virus (HSV), un’infezione virale che può essere trasmessa anche quando una persona infetta non ha sintomi. Il medico può eseguire uno striscio di tessuto o la cultura di vescicole o delle prime ulcere, se li avete, per l’esame in laboratorio. Tuttavia un test negativo non esclude l’herpes come causa di ulcere genitali.
Un esame del sangue può anche aiutare a rilevare una infezione da herpes, ma i risultati non sono sempre concludenti. Alcuni esami del sangue possono aiutare a differenziare i due tipi principali di HSV. Il tipo 1 è il virus che più tipicamente causa herpes labiale, ma può anche causare lesioni genitali. Il tipo 2 è il virus che causa le lesioni più tipicamente genitali. Tuttavia, i risultati possono non essere del tutto chiari, a seconda della sensibilità del test e della fase dell’infezione. Sono possibili risultati falsi positivi e falsi negativi.

HPV
Alcuni tipi di papillomavirus umano (HPV) possono causare il cancro cervicale, mentre altre varietà di HPV possono causare condilomi e verruche  genitali. La maggior parte delle persone sessualmente attive si infetta con HPV ad un certo punto della propria vita, ma non sviluppa sintomi. Il virus scompare in genere entro due anni.

Nessun test di screening per l’HPV è disponibile per gli uomini, in cui l’infezione viene diagnosticata solo da ispezione visiva (genitoscopia o penescopia) o dalla biopsia dei condilomi genitali.

Nelle donne, il test  per l’HPV prevede:

  • Pap test. Il Pap test controlla il collo dell’utero per le cellule anormali ed è raccomandato ogni due anni per le donne di età compresa tra 21 e 30. Donne di età dai 30 anni in su possono aspettare tre anni tra i Pap test, se i loro ultimi tre test sono stati normali.
  • Test HPV. I campioni per il test HPV sono raccolti dal canale cervicale. Questo test di solito non viene offerto alle donne di età inferiore ai 30 perché le infezioni da HPV che alla fine scompaiono da sole sono molto comuni in questa fascia di età.

L’HPV è stato associato anche al cancro della vulva, vagina, pene e ano. I vaccini sono in grado di proteggere uomini e donne da alcuni tipi di HPV, ma sono più efficaci se somministrati prima che  l’attività sessuale cominci.

Che fare in caso di risultati positivi?
Se il test da voi eseguito risulta positivo per una MST aspettatevi di provare emozioni diverse, si può provare vergogna, rabbia o paura. Può essere utile ricordare a se stesso che si è fatto la cosa giusta, facendosi testare in modo da poter informare i propri partner e farli trattare.

Il passo successivo è quello di considerare ulteriori test e poi di fare un trattamento come raccomandato dal medico. Inoltre, informate i vostri partner sessuali. I vostri partner devono essere visitati e trattati, poiché è possibile trasmettersi alcune infezioni avanti e indietro.

Per una consulenza o per un appuntamento con il Dott. Di Roberto chiama il numero 0633010650 oppure visita il suo sito personale www.pierfrancodiroberto.com