Gravidanza e parto

Gravidanze speciali...
incontinenza post-partum

Travaglio e parto prematuro

Reading Time: 4 minutes

La gravidanza è normalmente un momento di felicità e di anticipazione, ma può anche essere un periodo pieno di incognite. Molte donne sono preoccupate di quanto sta accadendo al loro bambino: va tutto bene? Alcune donne si preoccupano di poter avere un travaglio prematuro: questo si verifica in circa il 12% di tutte le gravidanze. Tuttavia conoscerne i sintomi ed evitare particolari fattori di rischio, può ridurre la possibilità di avere un parto pretermine.

Che cos’è il parto prematuro?
Una gravidanza normale dovrebbe durare circa 40 settimane. Di tanto in tanto, il travaglio può iniziare prematuramente, prima della 37a settimana di gravidanza, perché le contrazioni uterine causano la dilatazione della cervice prima del tempo. Quando questo accade, il bambino nasce prematuro e può essere a rischio per problemi di salute. Fortunatamente, per merito della ricerca, della tecnologia e della medicina, la salute dei neonati prematuri sta migliorando.

Quali sono i fattori ad alto rischio di parto prematuro?
Alcuni fattori possono aumentare il rischio di avere un parto prematuro, anche se le cause specifiche non sono note. Tuttavia, avere un fattore di rischio specifico non significa necessariamente che una donna è destinata ad avere un parto prematuro. Una donna può avere un parto prematuro senza alcuna ragione apparente. Se si ha uno qualsiasi di questi fattori di rischio, è importante conoscere i sintomi di travaglio prematuro e che cosa si dovrebbe fare se questi si verificano.

Le donne sono maggiormente a rischio per parto prematuro, se:

  • Hanno una gravidanza multipla
  • Hanno avuto un precedente parto prematuro
  • Hanno alcune anomalie dell’utero o della cervice uterina

I fattori di rischio medico includono:

  • Infezioni ricorrenti della vescica e/o renali
  • Infezioni del tratto urinario, infezioni vaginali e infezioni sessualmente trasmesse
  • Un’infezione con febbre maggiore di 38° C durante la gravidanza
  • Sanguinamento vaginale inspiegato dopo 20 settimane di gravidanza
  • Malattie croniche come l’ipertensione, malattie renali o diabete
  • Aborti multipli al primo trimestre di gravidanza o uno o più aborti al secondo trimestre
  • Essere sottopeso o sovrappeso prima della gravidanza
  • Disturbo della coagulazione (trombofilia)
  • Gravidanza di un feto singolo dopo la fecondazione in vitro (IVF)
  • Breve intervallo di tempo tra gravidanze consecutive (meno di 6-9 mesi tra la nascita e l’inizio della gravidanza successiva)

Lo stile di vita a rischio per parto prematuro include:

  • Poca o nessuna assistenza prenatale
  • Fumo
  • Bere alcool
  • Uso di droghe illegali
  • Violenza domestica, compresa la violenza fisica, sessuale o emotiva
  • Mancanza di supporto sociale
  • Alti livelli di stress
  • Basso reddito
  • Lunghi orari di lavoro con lunghi periodi in piedi

Quali sono i segnali di pericolo di parto prematuro?
Si può prevenire un parto pretermine conoscendo i segnali di allarme e chiamando il proprio medico se si sospetta che si sta avendo un travaglio prematuro.

Segnali d’allarme e sintomi di travaglio prematuro includono:

  • Una contrazione ogni 10 minuti, o più ravvicinata, in un’ora (cinque o più contrazioni uterine in un’ora)
  • Fuoriuscita di fluido acquoso dalla vagina (questo potrebbe indicare che la borsa delle acqua si è rotta)
  • Crampi simil-mestruali nel basso addome, che possono andare e venire o essere costanti
  • Mal di schiena basso, sordo, avvertito sotto la linea della cintura, che può andare e venire o essere costante
  • Pressione pelvica che si sente quando il vostro bambino spinge verso il basso
  • Crampi addominali che possono verificarsi con o senza diarrea
  • Aumento o il cambiamento di perdite vaginali

Che cosa significa una avere una contrazione?
Appena i muscoli del vostro utero si contraggono sentirete indurire l’addome. Appena la contrazione se ne va, l’utero e l’addome diventano morbidi. Durante la gravidanza la muscolatura uterina si contrae irregolarmente, di solito senza provocare dolore. Queste sono conosciute come le contrazioni di Braxton-Hicks e di solito sono irregolari e non dilatano la cervice. Se le contrazioni diventano regolari o più frequenti (una ogni 10-12 minuti per almeno un’ora), possono essere contrazioni di travaglio prematuro, che possono causare l’apertura della cervice. È importante rivolgersi al proprio medico curante immediatamente.

Come posso controllare le contrazioni?
Sdraiati, utilizza la punta delle dita per sentire il tuo utero indurirsi e rilasciarsi. Durante la contrazione l’addome si sentirà tutto duro, non solo in una determinata zona. Tuttavia, mano a mano che il bambino cresce si può sentire l’addome diventare più duro in una zona e poi rilasciarsi di nuovo.

Cosa devo fare se penso di avere un travaglio prematuro?
Se sospetti di avere segni e sintomi di travaglio prematuro chiama il tuo medico curante immediatamente. Questo può essere un momento di paura, ma ci sono alcuni modi per contribuire a prevenire il parto prematuro, diventando consapevoli dei sintomi e seguendo queste indicazioni:

  • Svuota la vescica
  • Sdraiati sul lato sinistro, questo può rallentare o arrestare i segni e i sintomi
  • Evita di sdraiarti sulla schiena, ciò può far aumentare le contrazioni
  • Bevi molti bicchieri di acqua perché la disidratazione può provocare le contrazioni
  • Monitorizza le contrazioni per un’ora contando i minuti che intercorrono dall’inizio di una contrazione all’inizio della successiva

Se i sintomi peggiorano, o non scompaiono dopo un’ora, contatta di nuovo il medico curante o recati in ospedale. Quando chiami il ginecologo di fiducia, assicurati di dire che pensi di avere un travaglio prematuro. L’unico modo sicuro per sapere se si è in travaglio prematuro è un esame del collo dell’utero. Se il tuo collo dell’utero si sta aprendo, il travaglio prematuro potrebbe essere in fase di inizio.

Qual’è il trattamento per prevenire l’avvio o la prosecuzione di un travaglio prematuro?
Il solfato di magnesio è un farmaco che si somministra attraverso una flebo e che può causare temporaneamente nausea. Si somministra inizialmente una dose elevata e poi viene data una dose minore continua per 12-24 ore o più.
I corticosteroidi sono una terapia che si fa 24 ore prima della nascita per contribuire ad accelerare la maturazione dei polmoni e del cervello del fetale.
Farmaci per via orale sono a volte utilizzati per ridurre la frequenza delle contrazioni e possono far sentire meglio le donne.

Quale impatto ha il travaglio prematuro sulla mia gravidanza?
Più a lungo il vostro bambino è nel grembo materno, maggiori sono le probabilità che lui o lei nascerà sano. I nati prematuri hanno un rischio più alto di complicazioni cerebrali e neurologiche di altro tipo, così come di problemi respiratori e digestivi. Alcuni neonati prematuri crescono con un ritardo di sviluppo, e/o hanno difficoltà di apprendimento a scuola. Più precocemente si verifica la nascita, maggiori sono le probabilità di sviluppare problemi di salute.
Il travaglio prematuro non sempre termina con un parto prematuro. Alcune donne con travaglio prematuro e dilatazione precoce della cervice vengono talvolta messe a riposo a letto fintanto che la gravidanza progredisce.

La maggior parte dei bambini nati prima della 24 settimana ha scarse possibilità di sopravvivenza. Solo circa il 50% sopravvive e l’altro 50% può morire o avere problemi permanenti. Tuttavia, i bambini nati dopo le 32 settimane hanno un altissimo tasso di sopravvivenza e di solito non hanno complicazioni a lungo termine.
I bambini prematuri nati negli ospedali con reparti di terapia intensiva neonatale (TIN) vanno meglio. Se partorisci in un ospedale che non ha una TIN, puoi essere trasferita in un ospedale più attrezzato.