Cosmetoginecologia

Trattamenti: Rosacea

Trattamento della rosacea

Reading Time: 4 minutes

La rosacea è una patologia comune che provoca arrossamento del viso, vampate di calore, capillari venosi e macchie. Le macchie e l’infiammazione posssono essere controllati con i farmaci. Il rossore, le vene e le vampate di calore possono essere controllate con il trattamento laser o con la luce pulsata.

QUALI SINTOMI SI POSSONO TRATTARE? 
Il rossore e i capillari rotti della rosacea vengono trattati con la luce pulsata IPL o con il laser. Questi forniscono un impulso di luce rossa ai vasi rotti facendoli guarire e svanire. Le persone con la rosacea avvampano facilmente e sviluppano arrossamento, brufoli e vene capillari sulle guance, naso e fronte. Inizia spesso nel secondo o terzo decennio di vita e le donne sono colpite più spesso rispetto agli uomini. Acne rosaceaE’ comune, colpisce circa il 10% degli adulti. Perché la rosacea colpisce il volto può causare notevoli problemi psicologici. Le vampate imprevedibili possono essere scambiate per l’abitudine di bere troppo. Molte persone con la rosacea riferiscono che il rash sul loro viso causa loro imbarazzo e ansia. Alcune persone stanno bene evitando stimoli per le vampate come alcuni alimenti e bevande, la luce del sole e alcuni cosmetici. Le vampate attive con la comparsa delle macchie si trattano meglio con antibiotici in lozioni o in compresse. Migliore è il controllo degli arrossamenti attivi, minore è il numero di capillari venosi che residuano. Il laser e la luce pulsata sono utilizzati per migliorare il rossore e i capillari rotti.

COSA SONO IPL E LASER?
IPL è l’acronimo inglese di luce pulsata (Intense Pulsed Light – IPL).Luce pulsata
La macchina contiene una lampada flash che è una fonte di luce estremamente luminosa. Le lunghezze d’onda più corte, pericolose, sono filtrate. Un computer imposta la durata del flash e calibra la macchina. IPL e laser vengono usati per trattare una vasta gamma di condizioni oltre la rosacea, come voglie rosse, lesioni cutanee pigmentate, vene capillari e peli superflui. Luce pulsata schema
Il dye laser produce una lunghezza d’onda della luce in particolare sintonia con il colore rosso della rosacea.

COSA COMPORTA IL TRATTAMENTO? 
Vi verrà chiesto di mantenere il viso il più pallido possibile, evitando l’esposizione al sole, prima e durante il trattamento. Alla prima visita è possibile discutere i pro e i contro del trattamento e può essere eseguito un patch test per verificare la reazione della pelle.
Solitamente il primo trattamento vero e proprio viene effettuato una settimana dopo. Tutta l’area interessata sarà trattata, eccezione per gli uomini, dove l’area della barba è evitata. Durante il trattamento si avverte una sensazione di calore e il viso si arrosserà per un breve periodo subito dopo. Dopo il trattamento possono essere applicati impacchi freddi.
S’indossano occhiali per proteggere gli occhi dalla luce intensa. Un ciclo di 4-6 trattamenti a intervalli di 3-4 settimane produce i maggiori benefici. Il miglioramento può continuare per molte settimane dopo la fine del ciclo di trattamento.
La rosacea è una malattia recidivante e questo trattamento migliora l’aspetto, ma non cura la rosacea. Se avete una rosacea infiammatoria attiva, allora questa dovrà essere controllata con i farmaci prima di poter eseguire un trattamento con IPL o laser.

COME FUNZIONA? 
Si ritiene che la luce pulsata e il laser abbiano due azioni che aiutano la rosacea. acne rosacea2

In primo luogo i capillari venosi rossi assorbono l’energia della luce, aumentando di temperatura e subendo un danno che favorisce il loro  riassorbimento, migliorando l’aspetto estetico.  In secondo luogo l’energia della luce riscalda le fibre di collagene della pelle e stimola il rimodellamento e la formazione di nuovo collagene, migliorando il supporto dei piccoli vasi sanguigni che aiuta a ritardare lo sviluppo di ulteriori capillari venosi.

 

QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI INDESIDERATI? 
La luce pulsata non stimola la formazione del cancro poichè utilizza luce visibile e infrarossa, al di fuori della gamma ultravioletta che invece è responsabile delle scottature, invecchiamento e cancro della pelle.
I lampi di luce prodotti possono causare danni agli occhi, pertanto devono essere indossati gli occhiali durante il trattamento. Il trattamento è generalmente ben tollerato, ma alcuni pazienti lo trovano sgradevole. L’esposizione è limitata a flash estremamente brevi, che vengono avvertiti come lo schiocco di un elastico. Una lieve sensazione di bruciore può essere provata per un breve periodo di tempo dopo. Di tanto in tanto si verifica un lieve gonfiore che si attenuerà in uno o due giorni. Negli uomini viene evitata la zona della barba, poichè il trattamento può causare la perdita di peli. L’ecchimosi è improbabile, ma se si verifica si riassorbirà in pochi giorni. C’è la possibilità che possano verificarsi cambiamenti nel pigmento cutaneo con iperpigmentazione o ipopigmentazione. Questi fenomeni sono comunque temporanei e scompaiono in 1-6 mesi.

Per contribuire a ridurre questo rischio è molto importante evitare l’esposizione al sole per 4 settimane prima del trattamento e nel corso del trattamento.

Dopo il trattamento possono formarsi crosticine e bolle che è meglio lasciare guarire indisturbate in modo da ridurre il rischio di cicatrici. E ‘importante seguire attentamente le istruzioni dopo la cura.

CHI NON DOVREBBE FARE LUCE PULSATA O LASER?
I pazienti con sensibilità alla luce, non dovrebbero fare questi trattamenti. I suoi effetti durante la gravidanza non sono noti ed è più sicuro evitare il trattamento durante la gravidanza. Se avete una qualche abbronzatura, ancorchè mite, non dovreste fare trattamento con il laser o IPL.

Non dovreste fare trattamento con il laser o IPL mentre state prendendo isotretinoina per la cura dell’acne o per i 12 mesi successivi.

QUALI TRATTAMENTI ALTERNATIVI SONO DISPONIBILI? 
La parte infiammatoria della rosacea causa macchie, ma queste devono essere trattate con antibiotici, per lozione o per bocca. Se la rosacea infiammatoria non viene trattata causerà maggiori vene capillari.
Altri laser possono essere utilizzati per il trattamento delle vene capillari e questi sono un’alternativa alla luce pulsata. Il laser KTP può essere utilizzato, ma vi è un lieve incremento del rischio di cicatrici.