Gravidanza e parto

Si avvicina il momento...

Falso travaglio

Reading Time: 2 minutes

Che cosa è il falso travaglio?
Mano a mano che la data presunta del parto si avvicina, puoi notare che le contrazioni di Braxton Hicks (contrazioni fisiologiche di adattamento dell’utero) diventano più frequenti ed intense. E’ molto comune per le donne pensare di provare la cosa giusta, salvo andare in ospedale o parlare con l’ostetrica e sentirsi dire che si tratta di “falso travaglio”. Ti viene da chiederti “Che cosa è il falso travaglio?” e “come faccio a riconoscerlo?”. Ecco alcune utili informazioni per orientarsi.

I segni del falso travaglio:

  • Le contrazioni sono irregolari e imprevedibili (per esempio ad intervalli di 10, 6, 2, 8 minuti etc)
  • Non si osserva progressione delle contrazioni nel tempo
  • Le contrazioni sono percepite come un generale indurimento dell’addome
  • Il cambiamento di posizione o dell’attività provoca o fa smettere le contrazioni
  • Di solito non c’è il “segno” della perdita di sangue (la donna non “marca”)
  • Le membrane non si rompono

Travaglio falso verso travaglio vero: cosa controllare

Quanto sono frequenti le tue contrazioni?
Registra le tue contrazioni usando un orologio, scrivi il l’ora a cui inizia la prima e quello a cui inizia la successiva. Il vero travaglio si sviluppa secondo un modello regolare, con le contrazioni che crescono sempre più vicine. Nel falso travaglio restano irregolari.

Quanto dura ciascuna contrazione?
Registra quanto dura ciascuna contrazione dall’inizio alla fine. Le contrazioni vere durano più di 30 secondi all’inizio e diventano progressivamente più lunghe, fino a 60 secondi. Le contrazioni del falso travaglio variano in lunghezza ed intensità.

Le contrazioni persistono se cambi attività?
Le contrazioni nel vero travaglio continuano a prescindere dall’attività e diventano persino più forti con l’aumento dell’attività, come camminare. Nel falso travaglio le contrazioni spesso si interrompono a prescindere dall’attività.

Dove avverti le contrazioni?
Nel vero travaglio il dolore tende ad iniziare nell’alto addome, irradiandosi attraverso tutto l’addome e verso il basso schiena o viceversa. Nel falso travaglio sono spesso concentrate nel basso addome e nella regione inguinale.

Persino dopo aver cercato di monitorare tutti questi segni di travaglio, tu potresti non riconoscere se sei veramente in travaglio. Alcune donne hanno contrazioni dolorose senza modificazioni del collo dell’utero, ma altre possono avvertire solo una lieve pressione e del mal di schiena.

Devo andare in ospedale?
A volte una donna può non prestare attenzione a quello che sente perché la sua data presunta è ancora molto lontana, anche settimane, e poi quando si reca per il suo regolare controllo scopre di essere a dilatazione completa. Potresti invece recarti in ospedale con contrazioni regolari ogni 3 minuti ed al tuo arrivo quelle semplicemente si interrompono. Se accade non sentirti imbarazzata o frustrata. Pensa invece positivo e considerala una buona occasione di esercitazione all’urgenza.

Lo scenario è differente per ciascuna, ma i falsi allarmi sembrano più convincenti nel secondo e terzo travaglio a dispetto del fatto che quelle mamme hanno più esperienza. Se hai dubbi chiama il ginecologo. Ricorda comunque che, se le contrazione diventano sempre più lunghe, più intense e più frequenti, sei sulla strada giusta