Dolore pelvico

Infezioni pelviche

Infezioni pelviche

Reading Time: 3 minutes

Che cos’è la malattia infiammatoria pelvica?
La malattia infiammatoria pelvica (PID – Pelvic Inflammatory Disease) è l’infezione dell’apparato genitale femminile interno che comprende utero, tube, ovaie. Le principali infezioni che causano la PID includono la gonorrea, la clamidia ed altri germi (batteri, micoplasmi etc).
L’infezione pelvica è una malattia multiforme che può presentarsi anche in modo grave, tale da richiedere un ricovero in ospedale, ma può passare quasi inosservata, senza segni o sintomi particolari per la donna. La PID può quindi essere una malattia seria che può portare a gravi conseguenze ed è la prima causa di infertilità nella donna.

Fattori di rischio
Il principale fattore di rischio per la PID è il contagio per un’infezione a trasmissione sessuale (STI), in particolare la gonorrea e la clamidia, che sono favorite da rapporti sessuali a rischio (rapporti non protetti, con partners multipli o con un partner che a sua volta frequenta partners multipli).

Sintomi
Può decorrere completamente asintomatica, ma generalmente si presenta con:

  • dolori pelvici
  • dolore ai rapporti
  • cicli irregolari (anche in caso di assunzione della pillola)
  • sanguinamento dopo i rapporti
  • perdite vaginali anormali
  • febbre
  • in alcuni casi grave malessere e dolore molto intenso

Se hai uno di questi sintomi o pensi di essere stata esposta al rischio di una malattia a trasmissione sessuale contatta il tuo medico.

Prevenzione delle infezioni
Le infezioni pelviche possono essere prevenute evitando comportamenti sessuali a rischio.
In particolare:

  • usa il profilattico
  • limita il numero dei partners
  • se sei stata trattata o sei in corso di terapia per una infezione a trasmissione sessuale, accertati che anche il tuo partners faccia la terapia per non rischiare reinfezioni: il partner deve fare la terapia anche in assenza di sintomi;
  • pratica sesso sicuro: l’uso del profilattico in caso di rapporti (vaginali, anali ed orali) è il modo più sicuro per evitare le infezioni a trasmissione sessuale. Usa un lubrificante a base acquosa insieme al profilattico per diminuire il rischio che questo si rompa. I lubrificanti oleosi (come la vaselina) non vanno usati perché indeboliscono il profilattico.
  • se hai rapporti non protetti parlane in modo chiaro con il tuo partner e ricorda che non tutte le infezioni trasmesse sessualmente sono curabili: esiste il rischio di trasmettere ed esporsi all’HIV.
  • ricorda che il profilattico non solo ti protegge dalle infezioni a trasmissione sessuale, ma è anche un efficace metodo contraccettivo: utilizzalo per prevenire le infezioni anche se usi altri metodi contraccettivi.
  • se sospetti che il tuo partner abbia altri partners sessuali sottoponiti a regolari controlli medici.
  • se pensi di essere stata a rischio per una infezione a trasmissione sessuale, potresti essere a rischio di PID: fai un controllo medico.

Esami per la diagnosi di PID:

  • Coltura cervicale e vaginale
  • Coltura delle urine per clamidia e gonococco
  • Palpazione della cervice, dell’utero e delle ovaie per la ricerca di dolorabilità e tumefazione

Se scopri di avere una PID è necessario controllare e trattare i partners con cui hai avuto rapporto nei pochi mesi precedenti, per garantire la loro salute e per evitare recidive. Se ti senti in imbarazzo a contattarli di persona puoi chiedere di farlo al tuo medico: si tratta di una procedura confidenziale in cui la tua identità non verrà rivelata. Questa è una precauzione molto importante per la tua salute, per quella del tuo partner e di chiunque altro con cui avrà o avrà avuto rapporti.

Come si cura la PID?
La PID si cura con gli antibiotici, a volte fino a tre contemporaneamente, e la terapia va seguita con grande attenzione da entrambi i partners nello stesso periodo. Vanno effettuati controlli batteriologici dopo la fine del trattamento e sospesi i rapporti fino a completa guarigione. A volte è necessario il ricovero ospedaliero.